Ifil, accomandita Agnelli al 73% capitale, MacKenzie ha 8,41%

lunedì 1 dicembre 2008 16:32
 

TORINO, 1 dicembre (Reuters) - Si è aperta nel pomeriggio l'assemblea degli azionisti di Ifil IFLI.MI, che deve approvare la fusione con Ifi IFPI_p.MI, l'altra holding del gruppo Agnelli, per dare il via alla società denominata Exor Spa.

Il gruppo Agnelli, che fa capo all'accomandita Giovanni Agnelli & C, detiene quasi il 73% del capitale totale, attraverso un 69,9% in capo a Ifi e un 3% direttamente dell'accomandita.

Altro azionista di rilievo presente alla riunione è il fondo canadese MacKenzie, con un 8,41%, di cui l'8,16% attraverso Mellon Bank.