Etf Europa, scambi 2007 +66,35%, bene prodotti emergenti -Lipper

lunedì 11 febbraio 2008 17:27
 

MILANO, 11 febbraio (Reuters) - Il mercato degli Etf nel 2007 è salito a una media mensile di scambi di 22,55 miliardi di euro, pari a un incremento del 66,35%, con la Germania che vanta la quota di mercato più alta (34,02%), seguita dall'Euronext Parigi (23,82%) e da Borsa Italiana (11,54%).

E' quanto emerge dall'ultimo report sul mondo europeo degli Etf curato da Lipper, che sottolinea come il tasso di crescita registrato da Borsa Italiana sia stato del 79,11%, contro +35,31% della Germania, +120,33% di Euronext Parigi, +58,74% di Londra, +50,05% della Svizzera, +245,43% di Euronext Amsterdam e +133,90% di Stoccolma.

La performance migliore, fra il 29 dicembre 2006 e il 31 dicembre dell'anno scorso, l'ha fatto segnare l'iShares Msci Brasile USD, con un progresso del 60,60%, seguito dall'iShares Msci Turkey UDS (+56,45%) e dal Lyxor Etf Turkey (+55,85%). Il peggiore Etf del 2007, invece, è stato l'iShares DJ Stoxx 600 Real Estates (-34,15%), seguito dall'iShares Ftse Epra/Nareit US Property Yeld (-27,48%) e dall'EasyEtf Ftse Epra Eurozone (-26,02%).

Balzo del 35,71% per le masse gestite (Aum), arrivate a quota 92,68 miliardi di euro, con Barclays Global Investors a recitare la parte del leone, forte del 43% delle Aum, seguita a distanza da Lyxor (22%), da Deutsche Bank (9%), da State Street (8%) e da Axa/Bnp Paribas (5%).

Il 2007 ha visto il lancio di 141 nuovi Etf in Europa, 57 dei quali targati Deutsche Bank.