Fondi sovrani,per Usa necessario restino separati dalla politica

martedì 11 dicembre 2007 14:14
 

JIMBARAN, 11 dicembre (Reuters) - Gli interrogativi sulle motivazioni politiche dei fondi sovrani sono legittime e gli Stati Uniti stanno cercando un accordo per definire una best practice perchè venga garantito il fine economico dei loro investimenti.

Lo ha detto, in un'intervista a Reuters, il sottosegretario per gli Affari Internazionali del Tesoro Usa, David McCormick.

La storia di questi fondi, che utilizzano tipicamente i proventi della politica valutaria e delle esportazioni di petrolio di un paese, è motivo di conforto, sostiene l'alto funzionario, ma più trasparenza e apertura sono necessarie.

"Lavoriamo insieme ai fondi sovrani per sviluppare un insieme di best practices affichè non si verifichino investimenti con finalità politiche", ha detto McCormick a margine del meeting sul cambiamento climatico in corso nell'isola indonesiana di Bali.

Alla domanda se, a suo parere, ci siano stati ad oggi investimenti guidati dalla politica, ha risposto: "direi che è una domanda legittima, una legittima preoccuopazione".

McCormick ha comunque sottolineato che gli Usa mantengono un atteggiamento molto aperto di fronte agli investimenti esteri, alle giuste condizioni.

"L'obiettivo principale, qui, è la sicurezza che investano per motivi commerciali, ossia come tutti gli investitori che cercano di ottimizzare i guadagni, e non per finalità politiche".

McCormick ha ricordato infine che il comportamento dei fondi sovrani è stato negli ultimi decenni rassicurante: "Se guardi alla storia dei fondi sovrani negli ultimi 30 anni, troverai che hanno fatto investimenti di lungo termine, puramente focalizzati sul ritorno economico e molto stabili".