April 12, 2008 / 8:08 AM / 9 years ago

FACTBOX - Raccomandazioni rapporto Fsf su crisi finanza

6 IN. DI LETTURA

WASHINGTON, 12 aprile (Reuters) - A seguito del mandato assegnatogli lo scorso ottobre, il Financial stability forum presieduto da Mario Draghi ha presentato al G7 la versione finale del rapporto sulle raccomandazioni per rafforzare la solidità di mercati e intermediari finanziari.

Il Forum riferirà sui progressi compiuti a giugno e intende presentare un follow-up report il prossimo settembre.

Le raccomandazioni sono suddivise in 5 maggiori aree:

A) Rafforzamento vigilanza su patrimonio,liquidità e rischi;

B) Miglioramento della trasparenza e dei modi valutazione;

C) Modifiche nel ruolo e uso dei rating;

D) Rafforzamento della risposta delle autorità ai rischi;

E) Meccanismi per gestire tensioni sistema finanziario.

Ecco la sintesi delle raccomandazioni presentate:

* Rafforzamento Vigilanza *

Partendo dalla premessa che Basilea II viene considerato dal Forum "il quadro regolamentare appropriato per incentivare e monitorare le azioni intraprese dalle banche per affrontare le debolezze poste in evidenza dalla crisi", l'Fsf sottolinea che l'implementazione di Basilea II deve procedere con priorità.

A1 - Vigilanza più forte su requisiti patrimoniali

Verrà rafforzato il trattamento prudenziale di Basilea II per gli strumenti di credito strutturato (Cdo e Abcp) e le attività detenute fuori bilancio.

A2 - Vigilanza più forte su gestione della liquidità

Entro luglio, verranno pubblicate per la consultazione le linee guida per una gestione prudente e la supervisione della liquidità che riguardano, tra le altre cose, la misurazione del rischio di liquidità associato ai veicoli fuori bilancio e lo scambio di informazioni e la cooperazione tra le autorità di vigilanza riguardo alla gestione del rischio di liquidità.

Si valuterà la necessità di una maggiore standardizzazione delle prassi di vigilanza e delle operazioni di immissione di liquidità da parte delle banche centrali.

A3 - Vigilanza più forte su gestione rischi, anche per veicoli fuori bilancio

Nel 2008 e nel 2009 il comitato di Basilea pubblicherà altre linee guida su diverse aree, tra cui una migliore gestione delle esposizioni fuori bilancio e il rafforzamento della gestione dei rischi per le cartolarizzazioni

A4 - Raffozamento dell'infrastruttura per gli aspetti legali e per il regolamento degli scambi dei derivati che avvengono fuori dai mercati regolamentati (Otc)

* Miglioramento Di Trasparenza E Valutazione Asset *

B1 - Il Forum incoraggia le banche a pubblicare i dati sui rischi utilizzando le prassi più avanzate indicate nel report entro le prossime semetrali del 2008.

B2 - Lo Iasb (International accounting standard board) migliorerà gli standard contabili per i veicoli fuori bilancio

B3 - Valutazione asset - Gli organismi che fissano gli standard internazionali devono migliorare le linee guida su contabilitò, diffusione dati al mercato e auditing sui prodotti in portafoglio alle banche

B4 - Andrà migliorata la trasparenza su mercati cartolarizzazioni agendo in diverse direzioni

* Ruolo E Uso Dei Rating *

C1 - Agenzie di rating dovranno migliorare la qualità dei processi di rating e gestire eventuali conflitti di interesse, rivedendo i propri codici di condotta per implementare il codice che nel frattempo verrà rivisto dallo Iosco (International organisation of securities commissions)

C2 - Sarà necessario fornire una informativa aggiuntiva e dei rating differenziati per i prodotti strutturati

C3 - Le agenzie dovranno valutare meglio la qualità dei dati utilizzati per fornire il merito di credito

C4 - Il rating non dovrà sostituire un'adeguata analisi e gestione dei rischi da parte degli investitori

* RAFFORZAMENTO DELLA RISPOSTA DELLE AUTORITA' AL RISCHIO

D1 - Autorità e banche centrali devono vigilare meglio su rischi legati all'innovazione finanziaria, in caso di preoccupazioni sull'esposizione di una banca dovranno comunicare subito i loro timori al Cda della banca interessata

D2 - Entro la fine del 2008 dovrà esistere a livello internazionale un "collegio di supervisione" per ciascuno delle maggiori banche globali

D3 - Fsf e Fmi intensificheranno la loro cooperazione sulla stabilità finanziaria

* MISURE PER FAR FRONTE A TENSIONI SU SISTEMA FINANZIARIO *

E1 - Operazioni di banca centrale

Il Forum raccomanda alle banche di essere in grado di fare frequenti operazioni a fronte di un ampio insieme di strumenti a collateral e su un'ampia gamma di scadenze e controparti. Inoltre gli istituti centrali dovrebbero pensare di istituire tra loro linee di swap per far circolare la liquidità oltre ai confini nazionali

E2 - Strumenti per affrontare casi di banche in difficoltà

Il Forum suggerisce un maggiore scambio di informazioni sui presidi nazionali per la gestione delle banche problematiche e chiede alle banche centrali di concordare un insieme di principi internazionali per l'assicurazione dei depositi.

Per i maggiori intermediari finanziari cross border le autorità di vigilanza e le banche centrali coinvolte dovranno istituire entro fine 2008 un piccolo team per gestire i problemi legati alla gestine della crisi cross border.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below