PORTAFOGLI - Ifigest punta su cash, Wall Street, piace dollaro

martedì 10 giugno 2008 14:01
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Decifrare i mercati è ancora difficile, meglio tenere liquido quasi metà del portafoglio e puntare sul dollaro e sugli Stati Uniti stando alla larga dall'Europa.

Il consiglio è del presidente di Banca Ifigest Giovanni Bizzarri, che sintetizza così la strategia del gruppo toscano specializzato in private banking e asset management.

"Le posizioni sono protette nel senso che siamo corti di mercato europeo laddove siamo lunghi di Stati Uniti e Giappone e stiamo cominciando a monitorare i titoli che hanno perso tantissimo come per esempio alcuni bancari".

Bizzarri ritiene "quasi una certezza" una prossima manovra restrittiva della Federal Reserve anche perchè, dopo quasi un semestre, "la recessione sostanzialmente non è arrivata".

"Abbiamo cominciato a inserire nelle posizioni un 3-4% di dollari perchè riteniamo che il biglietto verde potrebbe cominciare a riapprezzarsi anche per diminuire il rischio inflattivo negli Stati Uniti", ha detto il manager.

Su questa sponda dell'Atlantico, dove "c'è una doppia situazione di inflazione e di bassa crescita che causa problemi soprattutto ai paesi più indebitati come l'Italia", una stretta sui tassi, secondo Bizzarri, non farà altro che deprimere ulteriormente l'economia.

"Le politiche della banca centrale europea sono fatte sulla base dell'economia tedesca e di nessun altro. Ma la Germania non è l'Europa. Quindi un rialzo dei tassi penalizza sì la Germania ma soprattutto l'Europa periferica", commenta il presidente. La sua convinzione, quella che sia "più probabile una recessione in Europa o perlomeno in alcuni paesi dell'Europa" che negli Stati Uniti.

La view sulle borse è fosca ma, soprattutto, necessariamente di breve termine. L'azionario subisce la concorrenza del monetario ed è esposto ai capricci irrazionali della volatilità.

"Con i tassi di interesse così alti è molto difficile andare a spingere investimenti azionari", ha detto, aggiungendo che mediamente un portafoglio della casa è investito in titoli a brevissimo al 40-45%.   Continua...