July 10, 2008 / 5:18 PM / 9 years ago

PUNTO 2 - MontePaschi tratta con Frm-Clessidra cessione 66% Sgr

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge fonte su valorizzazione Mps Sgr)

MILANO, 10 luglio (Reuters) - Il Monte dei Paschi di Siena (BMPS.MI) ha avviato una trattativa esclusiva con il consorzio formato da Frm Holdings e Clessidra Sgr per la cessione del 66% di Mps Asset Management Sgr.

Frm (Financial Risk Management), ricorda una nota di Rocca Salimbeni, gestisce masse per oltre 15 miliardi di dollari. Clessidra è uno dei maggiori operatori di private equity in Italia.

Una fonte finanziaria afferma che nel quadro del deal l'intero capitale di Mps Sgr è stato valutato circa 400 milioni di euro.

La stessa fonte afferma che il closing dell'operazione è atteso entro la fine dell'anno.

MontePaschi AM Sgr è la società di gestione del risparmio del gruppo toscano specializzata in attività di asset management. Costituita nel 1999, nel 2002 la società ha incorporato Ducato Gestioni, G.I. Gest e Spazio Finanza.

Attualmente, il capitale della Sgr fa capo per il 79,5% a Banca Monte dei Paschi di Siena, per il 3,8% a Mps Banca Personale, per il 6,2% a Banca Toscana e per il 10,5% a Banca Agricola Mantovana.

Al 30 aprile scorso, Mps AM Sgr gestiva masse per un totale di circa 22 miliardi di euro, di cui circa 19 miliardi di gestioni collettive e investimenti alternativi e circa 3 miliardi di gestioni istituzionali e immobiliari.

Da notare che, secondo i dati di Assogestioni del giugno scorso, MontePaschi gestisce fondi per circa 18 miliardi di euro, con una quota di mercato del 3,48% che ne fa il quinto operatore in Italia.

MontePaschi detiene il controllo di Mps Alternative Investments, società specializzata in fondi di fondi hedge, e di Mps Asset Management Ireland, specializzata in investimenti quantititavi. Al 30 aprile scorso, queste due società avevano in gestione asset per circa 6 miliardi di euro.

Dal novembre 2007, l'istituto guidato da Giusppe Mussari ha dismesso partecipazioni per complessivi 998,7 milioni di euro; l'ultima cessione, annunciata ieri, è stato il 49% di Banca Monte Parma.

Il processo per la cessione di due terzi del capitale della Sgr era stato avviato l'anno scorso. Da subito, Rocca Salimbeni aveva manifestato l'intenzione di aprire il capitale a un operatore finanziario e a un soggetto industriale, mantenendo il 33% circa.

Il programma iniziale prevedeva la chiusura del deal nel primo trimestre di quest'anno, ma i tempi si sono dilatati. Clessidra, per bocca del presidente e amministratore delegato Claudio Sposito, si era detta interessata sin dalle prime battute.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [nBIA10315].

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below