Ue acceleri revisione autorità sorveglianza mercati - Slovenia

lunedì 7 gennaio 2008 13:39
 

LUBIANA (Reuters) - L'Unione europea deve muoversi più velocemente sulla revisione del sistema di sorveglianza sui mercati finanziari, anche se spingere per un'autorità di controllo unificata a livello europeo sarebbe un'inutile perdita di tempo.

E' questa l'opinione delle autorità slovene, il paese che dal primo gennaio a fine giugno presiede l'Unione europea.

"Credo che ci siano così tanti margini di miglioramento attraverso un maggiore coordinamento e una più stretta collaborazione delle autorità di sorveglianza nazionali che non dovremmo perdere tempo su argomenti molto difficili da risolvere" ha detto dichiarato oggi il ministro delle Finanze sloveno, Andrej Bajuk, riferendosi all'argomento spinoso di un'unica autorità di controllo sui mercati.

Il ministro, che presiederà nei prossimi mesi le riunioni dell'Ecofin, ha ribadito la linea concordata tra i responsabili delle Finanze europei che prevede un aggiornamento in primavera sul sistema di controllo dei mercati finanziari, prima di varare eventuali cambiamenti del quadro legislativo.

Parlando con i giornalisti Bajuk ha aggiunto che le regole Ue sulla disciplina di bilancio devono essere applicate in modo omogeneo a tutti i paesi, Francia inclusa.

Parigi si pone come obiettivo di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2012, mentre un accordo tra i paesi della zona euro prescrivere di eliminare il deficit entro il 2010.

Da ultimo il ministro ha notato che il rischi al ribasso sulla crescita europea sono aumentati negli ultimi mesi.

 
<p>Il ministro delle Finanze sloveno Andrej Bajuk. REUTERS/Francois Lenoir (BELGIUM)</p>