6 giugno 2008 / 11:46 / 9 anni fa

PUNTO 2 - Fondi maggio -8,1 mld, da inizio anno persi 53,2 mld

(aggiunge commento Fundstore.it)

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Il sistema fondi in Italia perde circa altri 8 miliardi di euro a maggio, portando i deflussi da inizio anno oltre i 50 miliardi.

I riscatti hanno colpito anche il mese scorso tutte le categorie privilegiando, come ad aprile, gli obbligazionari (-4,7 miliardi) e i monetari (oltre un miliardo).

Secondo Assogestioni, il patrimonio si attesta a 500,524 miliardi di euro, accusando una contrazione del 18,6% nel 2008.

"La malattia è delle banche, non è dei fondi", commenta a Reuters Attilio Ferrari, AD di Arca sgr. "La crisi finanziaria internazionale ha provocato una crisi di liquidità e le banche per trovare nuove risorse stanno collocando i propri bond. Parallelamente le famiglie sono in crisi di appetito di rischio e sono attirate maggiormente dai prodotti a capitale garantito".

In sintonia Simone Calamai, AD di Fundstore.it

"I prodotti garantiti sono quelli che a mio avviso stanno creando la maggior concorrenza ai fondi", ha detto Calamai.

"Molte reti di distribuzione stanno girando una serie di posizioni dei clienti su prodotti più sicuri di un fondo comune azionario ma certamenti più ricchi di commissioni", aggiunge.

Il clima di incertezza che si respira sui mercati spinge inoltre molti a mantenersi liquidi.

"Quello che vediamo sui nostri clienti è che oggi chi esce dal prodotto fondo non lo fa, come avveniva due o tre anni fa, per investire su asset diversi tipo un immobile per il figlio ma per parcheggiare la liquidità in conti correnti ben remunerati o investirli in pronti contro termine".

Continuano ed aumentano i deflussi sui fondi hedge con un rosso che a maggio si porta a -611,5 milioni rispetto ai -511,2 milioni del mese precedente. Recuperano, pur restando negativi, i fondi flessibili: su questa categoria i riscatti sono stati pari a 235,7 milioni di euro rispetto ai 923,7 milioni di aprile. Progressivo lento ridimensionamento del rosso sugli azionari, che a marzo superava i 3 miliardi di euro. A maggio il saldo è negativo per 962,8 milioni.

I deflussi non risparmiano, neppure questo mese, i fondi domiciliati all'estero e i roundtrip, che registrano deflussi rispettivamente di 1,38 miliardi e di 910,3 milioni. Ma sono i fondi italiani quelli su cui continua a concentrarsi la maggior parte dei riscatti (-5,77 miliardi a maggio).

"L'augurio è che dopo l'estate si possa tornare a parlare di equiparazione fiscale fra fondi italiani e fondi esteri", ha detto Ferrari. L'AD apprezza contestualmente le prime indicazioni giunte dalla Consob per la modalità di collocamento dei prodotti illiquidi, che "livellano il campo di gioco".

Il risultato complessivo del sistema fondi, comprendente il dato definitivo di raccolta dei fondi esteri, sarà disponibile con la pubblicazione della nuova mappa del risparmio gestito.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below