PUNTO 1 -Finnat vede utile 2008 a 13 milioni da 17,9 mln in 2007

giovedì 6 marzo 2008 10:49
 

(aggiunge dichiarazioni società a Star Conference)

ROMA/MILANO, 6 marzo (Reuters) - Banca Finnat Euramerica (BFE.MI: Quotazione) prevede per il 2008 un utile netto a 13 milioni (dai 17,9 milioni del 2007 al netto degli effetti dell'operazione LSEG/Borsa Italiana), un margine di interesse in crescita a 8 milioni da 5,10 mln, un margine d'intermediazione in calo a 42 milioni dai 53 del 2007. LO dice una nota.

A margine della Star Conference milanese, Gianfranco Traverso, investor relations manager, ha commentato che "il margine d'interesse è visto in crescita per lo sviluppo atteso dell'attività creditizia" mentre "il margine d'intermediazione diminuirà per il minor apporto delle commissioni di performance".

L'utile netto, ha aggiunto "scenderà per i maggiori costi legati agli investimenti in termini di risorse umane, potenziamento dell'IT e adeguamento alle nuove direttive Mifid". L'esercizio 2007, secondo la nota, si è chiuso con un margine d'intermediazione pari a 130,5 milioni di euro (dai 43,4 mln del 2006) e un utile netto di gruppo di oltre 90 milioni dai 12,7 dell'anno precedente tenendo conto dell'effetto positivo derivante dall'operazione di scambio London Stock Exchange Group (LSEG)/Borsa Italiana, di cui il Gruppo Banca Finnat Euramerica era azionista con una partecipazione pari al 6,2%.

"Rispetto alla pertecipazione dell'Lse, pari all'1,76%" ha detto a Milano Arturo Nattino, direttore generale della società "rimaniamo convinti che la quota sia strategica anche se stiamo promuovendo azioni di copertura contro il rischio di cambio".

L'operazione tra le due borse di Londra e Milano ha portato nel quarto trimestre 2007 a una plusvalenza di euro 68 milioni, al lordo delle imposte sul reddito e sono stati iscritti alla voce "risultato netto dell'attività di negoziazione" 6,6 milioni di euro (sempre al lordo delle imposte sul reddito) quale risultato positivo della valutazione al fair value delle azioni LSEG classificate tra le "Attività finanziarie detenute per la negoziazione".

E' confluito inoltre a conto economico il risultato positivo (pari a complessivi 2,9 milioni di euro al lordo delle imposte) delle operazioni di copertura gestionale a fronte dei rischi di cambio e di oscillazione prezzo riguardanti le azioni LSEG.

Al netto di tali effetti, il gruppo ha registrato un incremento del 22,20% del Margine di Intermediazione, un aumento del 36,60% del Risultato Operativo Netto ed un aumento del 41% dell'Utile Netto di Esercizio (da 12,7 mln del 2006 a 17,9 mln del 2007). Il ROE si è portato dall'8,7% del 2006 al 12,40% del 2006.