El.En. punta a crescere in Usa, riceve proposte delisting - AD

mercoledì 5 marzo 2008 17:27
 

MILANO, 5 marzo (Reuters) - El.En. (ELEN.MI: Quotazione) vuole crescere negli Stati Uniti e continua a essere corteggiata da operatori finanziari che propongono il delisting del titolo.

E' quanto ha affermato l'amministratore delegato della società attiva nei laser, Andrea Cangioli, a margine della presentazione alla Star Conference, in corso nella sede di Borsa Italiana. Rispondendo a una domanda sulla possibilità di sfruttare l'attuale cambio euro/dollaro, che pesa negativamente sui conti, per realizzare acquisizioni negli Usa, dove El.En. controlla Cynosure (CYNO.O: Quotazione), Cangioli ha risposto che "gli Usa continueranno a essere il punto di riferimento (nel mercato dei laser), sarà importante esserci".

L'AD ha aggiunto che il gruppo toscano vuole "rafforzare la posizione in America: se questo avverrà attraverso acquisizioni o meno è secondario".

L'anno scorso, El.En. ha ridotto la partecipazione in Cynosure al 23% circa, realizzando una consistente plusvalenza, pur mantenendo, in virtù di un patto parasociale, il controllo di fatto sul gruppo Usa. "La quota in Cynosure è destinata a scendere ancora, per effetto delle stock option", ha ricordato Cangioli, pur spiegando che El.En. manterrà il controllo sul gruppo Usa fino a che avrà più del 20%.

Il numero uno di El.En. non ha voluto commentare le indiscrezioni di mercato riguardanti il delisting del titolo, ma ha ribadito quanto già detto un anno fa, ovvero che "veniamo chiamati" da chi propone di lasciare Piazza Affari, ovvero, secondo rumors, gruppi di private equity.

"Era ovvio un anno fa, lo è altrettanto ora che il titolo vale meno", ha aggiunto Cangioli, che, nel corso della presentazione, ha sottolineato l'andamento insoddisfacente delle quotazioni. "Siamo attraenti, non interessati (al delisting): la società non ha alcuna posizione (su questo tema), non c'è niente da smentire", ha concluso.

In sede di presentazione, Cangioli ha detto che la politica di payout seguirà la linea degli anni scorsi, ovvero "remunerazione degli azionisti proporzionale all'aumento dei redditi", quindi "pensiamo a un dividendo in crescita, anche non trascurabile".

El.En. stima per quest'anno un incremento del fatturato, escludendo Cynosure, del 27%, a 140 milioni, mentre l'Ebit è visto in crescita del 56%, a 14 milioni.