Immobili, opportunità a medio termine in PA,infrastrutture-Rreef

mercoledì 5 marzo 2008 16:12
 

MILANO, 5 marzo (Reuters) - Rreef, società di gestione fondi di Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), si aspetta opportunità interessanti nel medio periodo nel mercato immobiliare italiano, in particolare nel settore della pubblica amminiistrazione e delle infrastrutture, mentre nel breve termine prevede di concentrarsi principalmente sulla qualità della gestione degli asset, con poche chance di grandi operazioni all'orizzonte.

Il contesto, illustrato dall'Ad Gianluca Muzzi in un incontro con la stampa, è quello di un mercato del mattone "certamente in crisi" ma in sostanziale tenuta, grazie a un rapporto tra domanda e offerta che ha impedito finora il crollo dei prezzi.

Paradossalmente, spiega il manager, il ritardo dell'Italia nella costruzione di nuovi immoboli negli anni di boom tutela ora il paese rispetto ad altri, come la Spagna: una nazione dove si è molto costruito e che ora è alle prese con una drastica riduzione dei valori.

A questo si aggiunge una forza della domanda tipicamente italiana, dove molta liquidità viene anche dal basso, dagli investitori privati.

In questo scenario, Rreef mantiene per ora un occhio "selettivo" in cerca di piccole acquisizioni e si concentrerà su iniziative di sviluppo e ristrutturazione di proporzioni contenute, finalizzate a massimizzare il valore del suo portafoglio.

"Sulle grandi operazioni siamo un po' alla finestra, c'è molta incertezza, bisogna anche vedere se nella seconda parte dell'anno ci sarà una ripresa dei mercati", commenta Muzzi che evidenzia anche la minore disponibilità di leva finanziaria legata alla crisi del credito.

Condizioni di mercato a parte, Rreef vede opportunità interessanti, nel medio periodo, nel mondo degli immobili pubblici, soprattutto quelli degli enti locali, e nei portafogli di fondi pensioni, casse di ordini professionali ed enti previdenziali.

Un altro filone su cui la società intende puntare è quello delle infrastrutture, come porti, aeroporti, autostrade.

Rientra in questo ambito l'interesse per le torri di Wind e 3, dove "la situazione è ancora molto fluida": "la procedura è in corso, stiamo parlando con altri operatori, compresa Dmt DMT.MI, per una formalizzazione dell'offerta", ha dichiarato Muzzi.

Ancora più acerba la situazione per la rete Enel (ENEI.MI: Quotazione), su cui Muzzi si è limitato a commentare: "nel caso la guarderemo".