Ue, accordo su sistema bancario esclude salvataggi pubblici

venerdì 4 aprile 2008 17:45
 

MILANO (Reuters) - Gli azionisti di una banca transfrontaliera non potranno più venire aiutati con denaro pubblico in caso di difficoltà finanziarie dell'istituto.

Lo prevede un documento che verrà firmato oggi dai ministri finanziari e dai banchieri centrali dell'Unione europea.

L'accordo, consegnato a Reuters da alcune fonti in occasione del meeting Ecofin in corso in Slovenia, fa parte delle misure pensate dall'Ue per rendere più sicuri i mercati finanziari.

"Il management di un'istituzione in difficoltà verrà considerato responsabile, gli azionisti non saranno salvati, i creditori e chi ha un deposito non assicurato dovrà aspettarsi di fronteggiare delle perdite" sarebbe scritto nel memorandum of understanding secondo le fonti.

"In una situazione di crisi, il primato sarà sempre dato a soluzioni dal settore privato che per quanto possibile amplieranno la situazione finanziaria di un gruppo bancario nel complesso" si legge.