Lazard, utili in crescita del 5% nonostante difficoltà mercati

mercoledì 30 luglio 2008 15:30
 

NEW YORK, 30 luglio (Reuters) - La banca d'affari Lazard (LAZ.N: Quotazione) ha archiviato il trimestre con utili in crescita del 15%, superando le attese degli economisti nonostante il rallentamento globale delle attività di M&A.

Il secondo trimestre si è chiuso con un utile netto in aumento a 54 cent per azione, dai 53 cent dell'analogo periodo 2007. I ricavi operativi sono cresciuti del 12% attestandosi alla cifra record di 494 milioni di dollari, grazie in particolare all'incremento delle attività in qualità di advisor finanziario.

Gli analisti si attendevano in media un risultato di 51 cent per azione e ricavi per 463 milioni, secondo gli analisti interpellati da Reuters.

Nonostante il calo delle attività di fusione e acquisizione durante la crisi del credito globale, la banca d'affari ha fatto da adviser in deal per 100 miliardi di dollari, secondo quanto annunciato a Reuters dal vicepresidente Steve Golub.

Lazard ha contribuito ad alcuni dei più importanti accordi del 2008, tra cui il takeover da 52 miliardi di dollari di InBev INTB.BR su Anhauser-Busch (BUD.N: Quotazione) e la fusione per 44,6 miliardi di dollari di Gaz de France con Suez.

Dall'inizio dell'anno il titolo Lazard batte nettamente il settore di investment banking. Le azioni sono in calo del 3,9% su anno, rispetto al calo del 29% dell'indice Amex Securities Broker Dealer .