PORTAFOGLI - Borse 2010 più avare, meglio se si parte bene -SSgA

mercoledì 9 dicembre 2009 10:14
 

MILANO, 9 dicembre (Reuters) - Si preannuncia un 2010 più magro per gli investitori, con ritorni dalle borse stimati intorno al 5-10%.

Ma, secondo Frédéric Dodard, FRM Head of Asset Allocation di State Street Global Advisors (SSgA), i mercati potrebbero essere più generosi se l'anno inizia con il piede giusto.

"A meno che non si verifichi un evento straordinario come un attentato terroristico e non arrivi qualche brutta notizia, è difficile immaginare un inizio d'anno debole", ha detto a Reuters il fund manager della casa specializzata in gestioni istituzionali. Secondo Dodard, "Il mercato può permettersi di salire ancora, è ancora leggermente sotto il fair value", come dimostra anche il fatto che ai brevi storni di quest'anno sono seguiti robusti rimbalzi.

SSgA scommette per l'anno prossimo su uno scenario neutrale, che prevede una ripresa economica modesta, senza tuttavia ripercussioni di rilievo.

"Ma lo scenario potrebbe essere migliore se il mercato fa +4-5% a gennaio", afferma il gestore.

In apertura del nuovo anno, secondo Dodard, dovrebbero riprendersi anche i volumi sui mercati azionari, in discesa dalla metà di ottobre. Un ridimensionamento che il gestore spiega con l'approssimarsi della chiusura di un anno generalmente positivo per gli investitori.

"Se non si riprendono i volumi e non salgono ancora i prezzi potrebbe essere un segnale leggermente preoccupante", avverte.

Le vere difficoltà potrebbero emergere in primavera e autunno.

"Stiamo entrando in un ciclo di mercato in cui la crescita economica va meglio e migliorano le revisioni degli utili, ma questo è già largamente scontato dal mercato", afferma.   Continua...