Borsa Milano rimbalza dopo calo ieri, tornano acquisti su banche

mercoledì 9 luglio 2014 17:59
 

MILANO, 9 luglio (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo dopo lo scivolone di ieri anche se i mercati rimangono cauti sulla correzione giudicando quello odierno un movimento tecnico di rimbalzo guidato dal settore bancario ieri particolarmente penalizzato.

Ad incoraggiare il recupero è anche la buona performance di Wall Street, mentre non hanno impattato in modo particolare le notizie negative provenienti dal Portogallo dove i timori sullo stato di salute finanziaria di una delle principali banche del paese, Banco Espirito Santo, hanno appesantito l'azionario di Lisbona facendo schizzare i rendimento sui titolo governativi.

"Il calo di ieri era eccessivo e il rimbalzo di oggi mi sembra fisiologico", commenta un'operatrice.

"Ci sono stati dei timori sulla questione di Banco Espirito Santo ma alla fine le altre banche hanno retto bene. In fondo se la ripresa dell'economia ci sarà conviene rimanere bene esposti sui bancari. E poi se sui mercati continuerà la correzione parliamo sempre di mercati che sono vicini ai massimi", aggiunge.

Tra gli elementi di prudenza l'operatrice cita anche l'attesa per le minute della Fed, che saranno pubblicate questa sera.

Il FTSEMIB chiude in rialzo dello 0,89% segnando la migliore performance in Europa. L'Allshare guadagna lo 0,77%. I volumi sono pari a 2,3 miliardi di ieri.

In Europa il FTSEurofirst 300 è piatto: Francoforte e Parigi sono in rialzo dello 0,4% circa, Madrid guadagna lo 0,54% mentre la borsa di Lisbona perde oltre il 2%.

Positive le banche italiane che ieri avevano trainato la discesa, con l'indice di settore in rialzo dell'1,9% contro un comparto europeo in progresso dello 0,5% circa.

Tra i migliori BANCO POPOLARE (+3,3%) e MPS (+2,95%). Raccolta anche INTESA SP (+2,9%) dopo le rassicurazioni dell'AD sui tempi del progetto di "bad bank" con UNICREDIT e KKR, e MEDIOBANCA. Un trader cita l'indiscrezione secondo cui Bolloré potrebbe salire all'8% a breve, comprando direttamente sul mercato oppure da Groupama.   Continua...