BORSA MILANO chiude in rialzo spinta da bancari, Unicredit +13,45%

martedì 12 luglio 2016 17:57
 

MILANO, 12 luglio (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo, spinta dai bancari e in particolare da Unicredit , dopo l'annuncio della revisione strategica del nuovo Ceo Jean Pierre Mustier e il collocamento di una quota del 10% di FinecoBank.

Nel primo pomeriggio la borsa milanese ha registrato un'accelerazione sulle parole del cancelliere tedesco Angela Merkel, che si attende una risoluzione positiva della questione bancaria italiana.

** L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo del 2,83%, mentre l'AllShare è salito del 2,64%. Volumi per un controvalore di circa 3,2 miliardi di euro.

** La piazza milanese è andata meglio delle altre principali borse europee. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 segna +1,14%.

** Tonici i titoli finanziari e in particolare le banche: il paniere italiano ha mostrato un rialzo del 7,89%. In spolvero UNICREDIT (+13,45%), seguita da UBI (+10,86%) e POP EMILIA (+8,15%). INTESA SANPAOLO ha guadagnato il 6,56%.

** Acquisti anche su FIAT CHRYSLER (+4,08%), in sintonia con il paniere europeo delle auto (+3,76%), trainato dai risultati di Bmw e Daimler.

** FINECOBANK ha chiuso in calo dell'1,22% a 5,68 euro dopo il collocamento di una quota del 10% da parte di Unicredit. Il titolo tuttavia è sopra il prezzo di collocamento, pari a 5,4 euro.

** Debole il titolo RECORDATI (-0,6%), meno coinvolto dal rimbalzo generale, dal momento che nelle scorse settimane di turbolenza si è difeso meglio degli altri titoli, realizzando anzi un bilancio positivo da inizio anno (+16% circa). Discorso analogo per CAMPARI e MONCLER .

** RCS MEDIAGROUP in rialzo dello 0,82% a 0,987 euro, poco meno delle offerte presentate da CAIRO COMMUNICATION (+2,07%) e dalla cordata guidata da Investindustrial.   Continua...