BORSA MILANO negativa, impatta stacco cedole,male Fca,realizzi su UniCredit

lunedì 23 maggio 2016 18:00
 

MILANO, 23 maggio (Reuters) - Seduta negativa a Piazza Affari appensantita, tuttavia, dallo stacco cedole da parte di oltre metà delle società del listino che oggi impatta in maniera notevole sui corsi azionari.

Male il gruppo Fiat Chrysler, colpito dalle indiscrezioni provenienti dalla Germania.

** L'indice FTSE Mib perde il 2,74%, l'AllShare il 2,38%. Lo stacco cedole impatta per il 2,17%, segnalano i trader, pertanto il ribasso reale dell'indice è intorno allo 0,6%, in linea con gli altri mercati.

** Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 arretra dello 0,39%. Volumi per un controvalore intorno ai 2,24 miliardi di euro.

** FCA lascia sul terreno il 4,4%: il settimanale tedesco Bild and Sonntag dice che le indagini del ministero hanno rilevato che la 500x è attrezzata con un software che interrompe il meccanismo di riduzione delle emissioni dopo 22 minuti, ricorda una nota Ubs. La conseguenza potrebbe essere il divieto di vendere alcune vetture in Germania.

** In scia negative CNH INDUSTRIAL (-0,5%) ed EXOR (-2,12%).

** Complessivamente tengono le banche, con INTESA SANPAOLO invariata, mentre UNICREDIT, che cede il 3% alla vigilia del cda che dovrebbe sancire l'uscita di scena del Ceo Federico Ghizzoni, viene colpita dalle prese di beneficio dopo il rally di venerdì scorso.

** Vivace POPOLARE MILANO (+1,41%): la settimana appena iniziata vedrà il rush finale della fusione con BANCO POPOLARE (+0,23%).

** Sempre in materia di finanziari, positive le assicurazioni: GENERALI (+0,91%), UNIPOLSAI debole e UGF (+1,1%).   Continua...