BORSA MILANO chiude negativa seduta volatile, balzo Mps, tonfo Telecom

martedì 16 febbraio 2016 17:45
 

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Seduta schizofrenica per Piazza Affari che chiude negativa, in linea con il resto d'Europa dopo essere riuscita ad azzerare le perdite iniziali a metà seduta e in presenza di importanti spunti in acquisto sui titoli più venduti da inizio anno.

"E' un mercato che si muove in modo molto casuale. Oggi abbiamo notato flussi in vendita provenienti dall'America su tutta l'Europa e questo nonostante gli indici americani siano positivi", ha detto un trader.

** L'indice FTSE Mib ha chiuso in calo dello 0,49%, l'Allshare dello 0,41%. Volumi per poco più di 2,9 miliardi di euro. Deboli Parigi e soprattutto Francoforte, tiene Londra.

** TELECOM ITALIA cede il 6,45% dopo i conti del 2015 e la presentazione del piano al 2018. Il piano è considerato in linea con le attese mentre preoccupano l'aumento del debito e il calo a doppia cifra dell'Ebitda del 2015.

** Tra bancari italiani positivi e in controtendenza rispetto all'Europa, spicca MPS (+12,06%). I trader non riportano motivazioni specifiche per il rialzo del titolo che è accompagnato anche da volumi superiori alla media. C'è chi cita scommesse generiche su potenziali compratori, chi invece fa riferimento alla chiusura delle numerose posizioni corte ancora in essere. Altri parlano di semplice rimbalzo dai minimi.

Toniche anche le altre banche con i rialzi maggiori per chi ha sofferto di più da inizio anno come BPER (+4,86%), UBI BANCA (+5,05%), BPM (+4,38%) e BANCO POPOLARE (+3,44%). Stoxx italiano a +0,42%, quello europeo a - 0,62%.

** Tra petroliferi deboli a causa della delusione per i termini dell'accordo sul congelamento dell'output di quattro tra i principali paesi produttori che deprime i futures Brent e Usa, SAIPEM (+1,98%) ha festeggiato la chiusura in anticipo dell'asta sull'inoptato con volumi più che tripli rispetto alla media.

** Realizzi su UNIPOL (-2,90%) e UNIPOLSAI (-1,21%) dopo la corsa di ieri.

  Continua...