BORSA MILANO chiude in calo, pesano energetici, sale Pop Milano

lunedì 28 dicembre 2015 17:47
 

MILANO, 28 dicembre (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in calo una seduta caratterizzata da scambi molto sottili, a causa della chiusura per festività della borsa di Londra e in vista del nuovo lungo ponte del 31 dicembre, dopo quello natalizio appena trascorso.

La debolezza ha contraddistinto tutto l'azionario europeo, zavorrato dai titoli energetici che risentono della nuova discesa dei prezzi del greggio. Il Brent perde quasi il 3%, vicino ai minimi di undici anni.

Anche la discesa degli utili delle società industriali cinesi, diminuiti a novembre per il sesto mese consecutivo, contribuisce a mettere sotto pressione i mercati azionari.

L'indice FTSEMib ha chiuso in calo dello 0,41%, l'Allshare dello 0,27%. Volumi appena sopra un miliardo di euro. Il benchmark europeo, l'indice FTSEurofirst 300, segna -0,57%.

** Bancari in ordine sparso. MPS ha guadagnato lo 0,4% dopo l'annuncio della cessione di un portafoglio di crediti in sofferenza per 1 miliardo di euro. In deciso rialzo POP MILANO (+1,71%). Negative, invece, le big come INTESA SP e UNICREDIT.

** La debolezza del greggio pesa sul settore petrolifero con ENI in flessione dello 0,64% e SAIPEM dell'1,29%. Giù anche TENARIS (-1,86%)

** Ben raccolta MEDIASET in rialzo dello 0,88%.

** RCS ha guadagnato il 7% sempre sulla scia del nuovo piano industriale presentato la scorsa settimana dopo aver toccato un minimo storico a 0,446 euro il 15 dicembre. . E' inoltre di oggi la notizia che Schroders Plc detiene il 5,087% della società a titolo di indiretta gestione non discrezionale del risparmio.   Continua...