BORSA MILANO chiude in lieve calo, giù Anima, balzo Buzzi, bene Eni

martedì 22 dicembre 2015 17:56
 

MILANO, 22 dicembre (Reuters) - Piazza Affari si trascina stancamente verso fine anno chiudendo la penultima seduta prima di Natale in lieve calo, nonostante un tentativo di rimbalzo in avvio.

Non sono mancati tuttavia gli spunti selettivi, in denaro e in lettera, su singoli titoli che hanno vivacizzato una seduta di per sé poco dinamica.

** L'indice FTSE Mib ha chiuso in calo dello 0,19%, l'Allshare dello 0,22%. Piatte Francoforte e Parigi, in lieve rialzo Londra (+0,80%). Volumi per circa 1,7 miliardi di euro.

** ANIMA HOLDING cede oltre 3%: un trader cita il downgrade di un importante broker italiano, pretesto per prendere beneficio su un titolo che da inizio anno ha quasi raddoppiato il suo valore.

** BUZZI UNICEM festeggia con un +1,74% l'ok dell'Antitrust all'offerta per Sacci. Per i broker la notizia dell'approvazione dell'Antitrust è positiva, anche se attesa, in quanto l'operazione potrà consentire sinergie di costi e il miglioramento dei margini della società.

** Ben comprata ENI sul rimbalzo del greggio e con lo stoxx dei petroliferi europei in rialzo dell'1,11%.

** Miste le banche: alla debolezza delle popolari, con l'eccezione di UBI BANCA, si contrappone la tenuta delle big UNICREDIT e INTESA SANPAOLO. Lo stoxx europeo dei bancari sale dello 0,23%.

** In chiusura prevalgono i realizzi per RCS, dopo il rally di ieri e di buona parte della seduta odierna seguito all'annuncio del piano industriale.

** ZUCCHI guadagna il 5,8%: qualche minuto fa la società ha annunciato il rinvio dell'assemblea straordinaria per i provvedimenti ai sensi dell'articolo 2447 del codice civile per la riduzione del capitale sotto il limite legale che le concede più tempo per perfezionare la raccolta di firme di adesione delle banche finanziatrici all'accordo di ristrutturazione in corso di sottoscrizione.   Continua...