BORSA MILANO chiude pesante dopo notizie su aereo russo, giù il lusso

martedì 24 novembre 2015 17:55
 

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Piazza Affari chiude in netto ribasso, insieme alle altre borse europee, con l'acuirsi delle tensioni internazionali dopo l'abbattimento questa mattina di un aereo russo da parte della Turchia ai confini con la Siria. Il presidente russo Vladimir Putin ha parlato di serie conseguenze nelle relazioni tra i due Paesi, descrivendo il fatto come una "pugnalata alla schiena".

"La notizia dell'aereo abbattuto ha creato forte nervosismo e ha alimentanto un normale movimento di correzione", dice un trader secondo cui poco accadrà sui mercati nei prossimi giorni per via del lungo week-end festivo negli Usa e dell'appuntamento di giovedì 3 dicembre con la Bce.

** Il FTSEMib lascia sul terreno l'1,55%, l'Allshare l'1,54%, volumi sempre modesti pari a 2,2 miliardi di euro circa. L'europeo FTSEurofirst 300 perde l'1,34%.

** Il segno meno colpisce quasi tutte le blue chip italiane, con le banche in calo dell'1,6%, peggio del settore europeo. Le big UNICREDIT e INTESA SP cedono rispettivamente 1,46% e 1,27%.

** Insistono le vendite sul settore lusso, a Milano come in Europa, per i timori di un rallentamento dei flussi di turisti con l'acuirsi delle tensioni geopolitiche. Nomura parla di cautela in attesa di un rimbalzo della Cina e sostiene che il consensus sul settore per il 2016 sia troppo elevato. MONCLER perde il 3,5% e TOD'S il 3,65%, FERRAGAMO cede il 4,5%. Stesso discorso anche per LUXOTTICA in flessione del 3,39%.

** Le preoccupazioni su una contrazione dei viaggi pesano anche su AUTOGRILL (-3%).

** TELECOM perde il 2,62% in attesa del Cda di domani sulla richiesta di Vivendi di modificare l'ordine del giorno dell'assemblea per avere quattro rappresentanti in consiglio. "L'eventuale opposizione dei fondi alla richiesta di Vivendi potrebbe accrescere la volatilità del titolo in vista dell'assemblea del 15 dicembre", scrive Icbpi.

** In controtrend ENI (+0,53%) sul balzo del greggio. Stesso rialzo anche per il settore europeo.

** Deboli gli editoriali guidati da MONDADORI (-1,2%). "Notizia negativa ma attesa", secondo un broker, l'uscita della direttrice di Bompiani Elisabetta Sgarbi e di alcuni imoprtanti autori da Rcs in vista del passaggio della divisione Libri alla casa di Segrate. Per contro balzo de IL SOL24-ORE in crescita del 4,2%.   Continua...