BORSA MILANO chiude positiva con Europa, bene petroliferi tranne Saipem

martedì 6 ottobre 2015 17:55
 

MILANO, 6 ottobre (Reuters) - Piazza Affari chiude positiva in linea con le altre borse del Vecchio Continente sulla convinzione che le banche centrali, sia in Europa sia negli Usa, resteranno fedeli alla politica monetaria accomodante anche sulla scorta degli ultimi dati macro non brillanti.

Citi, in un report odierno, consiglia infatti di acquistare l'Europa, Gran Bretagna esclusa, e il Giappone dopo le recenti vendite perché entrambe hanno uno slancio ragionevole in termini di eps e riceveranno ulteriore sostegno dalle banche centrali.

Proprio oggi è stato diffuso il dato sugli ordini all'industria in Germania che ad agosto sono calati dell'1,8% su mese contro il +0,5% atteso.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dello 0,92%, l'Allshare dello 0,91%. Volumi per 2,75 miliardi di euro. Allineati con il mercato italiano Francoforte e Parigi, un po' indietro Londra.

Il rimbalzo del greggio aiuta i petroliferi come ENI (+1,67% a 15,2 euro), che quindi ignora il taglio del rating da parte di S&P, e TENARIS (+3,13% a 12,19 euro), mentre SAIPEM (-3,12% a 8,07 euro) non riesce a sottrarsi a qualche presa di beneficio dopo la corsa delle ultime due sedute.

MEDIASET balza del 2,97% a 4,646 euro dopo la promozione a 'buy' da 'hold' di Hsbc.

Prosegue la corsa di YOOX NET-A-PORTER che al +6,74% del debutto di ieri oggi aggiunge un +2,10%. "Siamo positivi sul titolo", scrivono gli analisti di Mediobanca Securities nella 'wake up call' di oggi sottolineando le dichiarazioni del Ceo Federico Marchetti secondo cui la guidance sui risparmi di costi per 60 milioni di euro potrebbe essere conservativa.

Denaro su UNIPOL (+1,61%) e UNIPOLSAI (+3,59%): oggi l'AD Carlo Cimbri ha confermato l'obiettivo di un payout del 60-80% previsto nel piano al 2015.

Misti i bancari con l'indice di settore in rialzo dello 0,59%.   Continua...