BORSA MILANO perde oltre 2% dopo Fed, tiene Telecom Italia

venerdì 18 settembre 2015 17:42
 

MILANO, 18 settembre (Reuters) - Piazza Affari chiude in deciso ribasso dopo la decisione della Fed di lasciare i tassi invariati, che non sostiene un mercato prepoccupato per l'andamento dell'economia globale e che sembra aver bisogno di correggere dopo i recenti rialzi.

La borsa ha registrato un movimento di rimbalzo, dopo i crolli dovuti alla crisi cinese.

La Fed ieri ha motivato la decisione citando l'economia globale, la volatilità dei mercati e l'inflazione debole e ha lasciato la porta aperta a una modesta stretta entro l'anno.

L'indice FTSE Mib chiude in ribasso del 2,65%, l'Allshare dell'1,91%.

Volumi per circa 4,5 miliardi di euro, ma in presenza di scadenze tecniche.

Il benchmark europeo FTSEurofirst scende dell'1,9%.

PRYSMIAN è tra le peggiori dell'indice principale, dopo il taglio del giudizio di Goldman Sachs a 'neutral'.

Pesanti i bancari, con UNICREDIT e INTESA SANPAOLO che perdono oltre il 2%.   Continua...