Borsa Milano chiude in calo, balza Mps dopo risultati, debole Unipol

venerdì 7 agosto 2015 17:56
 

MILANO, 7 agosto (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in calo, senza risentire particolarmente dei dati sul mercato del lavoro statunitense, che si sono mostrati sostanzialmente in linea con le attese.

Gli occupati non agricoli hanno mostrato il mese scorso un incremento di 215.000 unità e il tasso di disoccupazione è rimasto al minimo di sette anni al 5,3%.

Gli economisti interpellati da Reuters avevano previsto a luglio un incremento degli occupati non agricoli pari a 223.000 unità e un tasso di disoccupazione stabile a 5,3%.

Nel corso della seduta, a frenare i listini del Vecchio continente ha contribuito l'inatteso calo della produzione industriale tedesca, mentre una spinta è arrivata dal rimbalzo dei titoli legati al petrolio.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in calo dello 0,45%, l'Allshare dello 0,55%. Volumi intorno a 3 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst segna -0,89%.

Tra i singoli titoli, in evidenza MPS con un rialzo dell'8,78% sulla scia dei risultati del secondo trimestre, che hanno evidenziato un ritorno all'utile più forte delle attese e una posizione patrimoniale che ha sorpreso decisamente in positivo.

UBI ha chiuso in calo dell'1,42% dopo la pubblicazione della trimestrale.

TELECOM ITALIA ha lasciato sul terreno lo 0,9dopo aver reso noti i dati del semestre, con un Ebitda più debole delle attese a causa di accantonamenti legati anche alle richieste danni per abuso di posizione dominante più elevate delle previsioni degli analisti. Secondo Jefferies, che ha un giudizio "buy" sul titolo con un obiettivo a 1,35 euro, la società ha diffuso risultati solidi, con una chiara evidenza di miglioramento, penalizzati però dagli accantonamenti.   Continua...