BORSA MILANO rimbalza dopo ultimi cali, bene lusso, banche, energia

mercoledì 10 giugno 2015 18:03
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Dopo quattro sedute consecutive di ribasso, l'azionario milanese rimbalza per effetto di fattori tecnici legati agli ultimi cali in una giornata che invece non ha rimosso le incertezze sullo sblocco della crisi greca.

Il premier greco Alexis Tsipras è volato oggi a Bruxelles ma l'incontro con previsto con Angela Merkel e Francois Hollande per il momento non si è tenuto.

I dubbi sull'incontro hanno tenuto banco per tutta la giornata in quanto l'ultima proposta di riforme presentata da Atene per sbloccare un nuovo afflusso di liquidità ha deluso la Ue.

"Francamente l'andamento di oggi è difficile da spiegare, se non con un recupero di tipo tecnico", sostiene un gestore.

"In fondo ci sono molti investitori liquidi che probabilmente ritengono che la correzione, anche se attesa, sia stata eccessiva e che a questi prezzi è il momento di rientrare", prosegue.

"La mia impressione è che negli ultimi giorni ci siano stati molti venditori esteri sul nostro mercato che hanno venduto in maniera indiscriminata. Oggi a questi soggetti sono subentrati molti investitori domestici che hanno ripreso ad acquistare", conclude.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo del 2,5% dopo che nelle ultime quattro sessioni aveva lasciato sul terreno il 4,6% circa. L'Allshare guadagna il 2,34% a fronte di un rialzo dell'1,7% dell'indice europeo FTSEurofirst che interrompe la striscia di sei sedute negative.

Sulla borsa milanese volumi per quasi 3 miliardi di euro.

Gli acquisti hanno sostenuto diversi settori, come lusso banche e energia. Tra i bancari UBI balza del 4,3%, POP MILANO, che ha scelto i due adviser per la possibile fussione, del 3,8%. Rialzi sopra il 3% anche per INTESA SANPAOLO e BPER. Al contrario ritraccia MPS, brillante ieri.   Continua...