BORSA MILANO chiude contrastata, giù Mps, rimbalza Fca, bene lusso

martedì 26 maggio 2015 17:56
 

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Piazza Affari chiude contrastata una seduta che a livello europeo è stata piuttosto anomala con Londra e Francoforte, ieri chiuse per festività, che recepiscono con un giorno di ritardo le preoccupazioni su un possibile default della Grecia.

In un clima di massima cautela l'indice FTSE Mib chiude in rialzo dello 0,18%, mentre l'Allshare termina in frazionale calo dello 0,09%. Londra e Francoforte cedono rispettivamente l'1,18% e l'1,61%, mentre Parigi è leggermente migliore a -0,66%.

Dopo il boom di ieri le azioni MPS chiudono in calo di quasi il 17% con volumi in linea con la media delle ultime cinque sedute ma pari al doppio dell'ultimo mese. I diritti hanno lasciato sul terreno il 9,28% a 5,57 euro. In base ai valori di chiusura di oggi i due titoli sono sostanzialmente allineati alla parità.

Sulla scia cede il 3,67% BANCA CARIGE sulla quale il mercato comincia a scontare l'effetto iperdiluitivo del prossimo aumento di capitale da 850 milioni di euro che dovrebbe partire a breve.

FIAT CHRYSLER recupera il calo di ieri seguito alle indiscrezioni stampa sul no di GM a un'ipotesi di fusione sollecitata dalla casa torinese. Il titolo ha beneficiato anche della conferma del giudizio 'overweight' da parte di un primario broker estero, segnala un trader. Ben comprate EXOR e CNH INDUSTRIAL.

Attenzione su alcuni titoli del lusso come FERRAGAMO e TOD'S : un broker ricorda il taglio dei dazi in Cina su scarpe, cosmetici e abbigliamento.

In denaro ma con volumi anonimi FINMECCANICA.

Fuori dal listino principale brillano AEDES (+7%) e MID INDUSTRY (+9,78%). Scivola la LAZIO (-10%) che dopo la sconfitta di ieri nel derby con la Roma vede a rischio la qualificazione alla prossima Champions League.

  Continua...