BORSA MILANO chiude negativa su dati macro Usa, bene A2A dopo conti, giù Mps

venerdì 15 maggio 2015 17:48
 

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Piazza Affari cede nel finale e chiude negativa sulla scia di una serie di dati macro sotto le attese dagli Usa che hanno rafforzato l'euro contro dollaro.

Gli indici italiani hanno invertito la rotta dopo l'indice di fiducia dell'università del Michigan sceso a 88,6, contro attese che convergevano su 96.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in calo dello 0,32%, l'Allshare dello 0,26%. In linea Londra, ben peggiori gli andamenti di Parigi e Francoforte. Volumi per 3,96 miliardi di euro.

Tra bancari positivi spicca il -3,6% di MPS : un trader lega il calo all'imminenza dell'aumento di capitale e a un effetto tecnico connesso al raggruppamento azionario 1:20 che sarà efficace lunedì. Volumi poco superiori alla media delle ultime cinque sedute, mentre la differenza è più marcata se rapportata alle ultime trenta sedute.

A2A festeggia i risultati trimestrali migliori delle attese e balza di oltre 3%. Volumi quasi doppi rispetto alla media dell'ultimo mese.

Tonica anche AUTOGRILL ancora sulla scia delle dichiarazioni di Gilberto Benetton sul possibile spinoff della controllata americana Hms Host che potrebbe essere quotata. Secondo un analista l'operazione libererebbe valore, perché Hms già rappresenta il 70% dell'ebitda del gruppo.

TERNA guadagna oltre 1%: secondo il Corriere, l'AD Matteo Del Fante ha incontrato lo staff di Palazzo Chigi il 4 maggio: la società potrebbe contribuire a portare Internet veloce nelle case degli italiani. Il sottosegretario alle Comunicazione Antonello Giacomelli ha tuttavia smentito contatti fra il governo e Terna sul progetto di sviluppo di una unica rete indipendente superveloce.

Ripiega nel finale TELECOM dopo che nella prima parte della seduta era stata sostenuta dalla conferma del 'buy' da parte di Goldman Sachs.

Deboli, come in Europa, i petroliferi come ENI, SAIPEM e TENARIS.   Continua...