BORSA MILANO tenta recupero con rally banche, deboli petroliferi, giù Mediaset

lunedì 22 agosto 2016 09:34
 

MILANO, 22 agosto (Reuters) - Piazza Affari apre in lieve calo ma poi recupera sulla spinta del rally dei bancari dopo le forti vendite di venerdì.

Gli investitori rimangono tuttavia in cauta attesa della riunione di questa settimana dei banchieri centrali a Jackson Hole, dove la Fed potrebbe dare un'idea sul futuro dei tassi e imprimere una direzione al mercato.

** Alle 9,25 l'indice FTSE Mib guadagna lo 0,68% circa dopo una partenza col segno meno e dopo avere archiviato la scorsa settimana con un bilancio negativo di oltre il 4%. L'AllShare avanza dello 0,65% mentre in Europa il benchmark FTSEurofirst 300 segna +0,48%

** Bancari in risalita: BPM balza di quasi il 3%, BANCO POPOLARE di circa 2% e BPER, BANCO POPOLARE e MEDIOBANCA di circa il 2%. In recupero ma con più fatica anche UNICREDIT (+1%). Nel resto dei finanziari rimbalza AZIMUT (+2,2%)

** MEDIASET perde lo 0,7% circa in attesa di novità sul fronte della vicenda legale con Vivendi su Premium. Il gruppo di Cologno Monzese ha depositato un atto di citazione nei confronti del gruppo francese a tutela dell'esecuzione del contratto stipulato tra le due società lo scorso aprile, chiedendo un risarcimento danni per ogni mese di ritardo. Un atto che però viene visto da molti osservatori come una mossa di Mediaset per tutelarsi in attesa di riavviare trattative per un accordo e dare esecuzione al contratto.

"Quest'ultima ipotesi sarebbe fondamentale per il gruppo, per dare chiarezza alle strategie future e per consentire di minimizzare gli impatti economici negativi derivanti dal dietrofront di Vivendi (già osservati nei risultati del primo semestre 2016)", commenta Icbpi in una nota.

** Andamento negativo anche per i petroliferi, in scia al calo delle quotazioni del greggio appesantite dai dubbi degli analisti sulle possibilità di successo dei prossimi colloqui tra produttori per ridurre l'eccesso di offerta. ENI perde lo 0,15% e SAIPEM lo 0,4%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...