BORSA MILANO apre debole, vendute le banche, bene Generali, Saipem

mercoledì 8 giugno 2016 09:29
 

MILANO, 8 giugno (Reuters) - Piazza Affari apre in lieve calo sulla scia dell'andamento cedente degli altri mercati europei.

** Dopo i primi scambi, l'indice FTSE Mib cede lo 0,55%, l'Allshare lo 0,50%. Il benchmark europeo FTSEurofirst300 perde lo 0,6%.

** Giù le banche con il BANCO POPOLARE in calo dell'1,3% mentre è in corso l'aumento di capitale dopo il balzo di ieri; anche i diritti dell'aumento scendono della stessa percentuale.

** Nel resto del comparto, UNICREDIT perde lo 0,5%, MPS sale dello 0,24%, BPER è in calo dello 0,5%.

** Fra gli assicurativi, bene GENERALI (+1,1%) spinta dal "buy" di Ubs che ha anche portato il prezzo obiettivo a 14,5 euro da 13,6 euro precedente.

** Qualche spunto su SAIPEM in lieve rialzo (+0,34%) sulle indiscrezioni di stampa di una nuova possibile commessa in arrivo da parte di Saudi Aramco da presunti 1,3 miliardi di euro per lo sviluppo di un giacimento offshore. Anche se Icbpi nel report odierno "nutre qualche dubbio sulla sua fondatezza in quanto il mese scorso Aramco ha assegnato un contratto di oltre 1 miliardo di dollari per l'ampliamento del giacimento di gas in mare aperto".

** Sul fronte utility, debole A2A (-0,5%) in attesa di vedere quando i due comuni azionisti Milano e Brescia ridurranno la loro partecipazione oggi al 50% del capitale. Lieve recupero per ACEA (+0,78%) dopo giorni di forti ribassi sui timori di vittoria del candidato grillino a sindaco di Roma, Virginia Raggi, che ha detto di voler cambiare i vertici e ripublicizzare il settore idrico.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...