BORSA MILANO rimbalza in apertura con tlc, banche, forte Telecom Italia

mercoledì 9 marzo 2016 09:32
 

MILANO, 9 marzo (Reuters) - Dopo tre sedute negative e segnate da una'elevata volatilità, Piazza Affari tenta il rimbalzo alla vigilia della riunione della Bce da cui si attendono nuove misure espansive.

** Alle 9,25 l'indice FTSE Mib è in rialzo dello 0,9% e l'Allshare dello 0,8%. L'indice benchmark europero FTSEurofirst 300 avanza dello 0,5%.

** Scatto in avanti di TELECOM ITALIA, in rialzo di oltre il 4% dopo che ieri il Ceo di Orange ha dichiarato che sarebbe diposto a valutare una fusione nel caso in cui tale proposta venisse avanzata da Vincent Bollorè, presidente di Vivendi, primo azionista del gruppo telefonico italiano.

A sostenere ulteriormente il titolo stamani, secondo i trader, sono le aperture sul tema da parte del presidente francese Francois Hollande e del premier italiano Matteo Renzi in occasione del vertice Italia-Francia di ieri a Venezia.

** Acquisti anche su MEDIASET (+2%) mentre secondo le indiscrezioni stampa si infittiscono i colloqui con Vivendi per un'alleanza sui contenuti.

** Tenta il rimbalzo SAIPEM (+1,2%) dopo il tonfo di ieri sulla scia del placement di 700 milioni di titoli da parte di quasi tutte le banche del consorzio dell'aumento di capitale.

** Tra bancari generalmente positivi BANCO POPOLARE è in lieve calo dello 0,4% in attesa di novità dal vertice di oggi in Bce per la fusione con BPM (+1,3%) al momento in standby per la perplessità dell'authority su alcune questioni relative alla governance e alla gestione degli Npl.

** Fuori dal listino principale poco mosse INWIT ed EI TOWERS <EIT,MI> in attesa che si chiarisca il quadro sullo scenario di aggregazione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia