BORSA MILANO apre in calo in sintonia con Europa

mercoledì 6 gennaio 2016 09:22
 

MILANO, 6 gennaio (Reuters) - Avvio di seduta negativo per Piazza Affari, in sintonia con le altre borse europee, in un mercato preoccupato per il rallentamento dell'economia cinese e l'annuncio della Corea del Nord di avere condotto un test su un ordigno nucleare.

L'attività del settore dei servizi in Cina è infatti cresciuta a dicembre al ritmo più lento in 17 mesi offrendo un ulteriore segnale che la seconda economia al mondo potrebbe perdere vigore.

Intorno alle 9,10 l'indice FTSE Mib cede lo 0,89%, il FTSE AllShare lo 0,83%. In Europa il FTSEurofirst perde lo 0,62%.

** Sul listino principale solo TERNA e A2A si mantengono in territorio positivo.

** Deboli i bancari, in linea con lo stoxx europeo di settore (-0,67%).

** La nuova discesa dei prezzi del greggio zavorra i titoli energetici. ENI cede l'1,1%, SAIPEM il 2,2%. Oggi il Brent ha segnato i nuovi minimi degli ultimi undici anni a 35,90 dollari al barile, con le preoccupazioni per la sovrapproduzione che mette in secondo piano le tensioni in Medio Oriente.

** Negativa FIAT CHRYSLER, piatta FERRARI nel terzo giorno di quotazione dopo lo spin off.

  Continua...