BORSA MILANO perde il 2% in avvio dopo Wall Street, Shanghai

mercoledì 26 agosto 2015 09:24
 

MILANO, 26 agosto (Reuters) - Piazza Affari è in ribasso di circa il 2% dopo la chiusura debole di Wall Street e Shanghai, in un mercato dove restano i timori per l'economia cinese.

Ieri le borse hanno registrato un netto rimbalzo, grazie alla decisione della banca centrale di Pechino di intervenire con misure espansive per stimolare la liquidità.

Wall Street ieri, dopo il rimbalzo iniziale, ha chiuso però in calo di oltre l'1%, con gli investitori che restano preoccupati per l'economia del gigante asiatico.

L'azionario cinese ha reagito in modo incerto alle misure della banca centrale per stimolare l'economia. Gli operatori temono una brusca frenata nella seconda parte dell'anno e ritengono necessario un supporto più consistente. Oggi la borsa di Shanghai, dopo le pesanti perdite delle ultime tre sedute, ha vissuto una seduta volatile: é arrivata a perdere il 3%, è salita successivamente fino al 2,5% per chiudere con -1,3%.

A Milano, pochi spunti sui singoli titoli in un mercato tutto focalizzato sulla reazione di Usa e Cina.

Alle 9,20 l'indice FTSE Mib della borsa italiana perde il 2%, l'Allshare l'1,9%.

L'indice FTSEurofirst cala del 2,45%.

Negative le piazze europee, con Londra (-1,89%), Francoforte (-2,22%) e Parigi (-2,4%).   Continua...