BORSA MILANO debole in avvio con Europa, giù banche,Fiat,in asta Sorin

lunedì 27 luglio 2015 09:28
 

MILANO, 27 luglio (Reuters) - Avvio in deciso calo per Piazza Affari, in linea con il resto d'Europa, dopo il nuovo crollo della borsa cinese.

Poco dopo le 9 il FTSEMib cede l'1,45%, l'Allshare l'1,5%, mentre l'indice europeo FTSEurofirst 300 scende dell'1,3%.

In calo le banche, come in Europa, con INTESA SANPAOLO, MPS, POP EMILIA E BANCO POPOLARE in ribasso di oltre il 2%. MEDIOBANCA perde il 4%.

Giù anche il risparmio gestito con MEDIOLANUM -2,5% E AZIMUT -3,2%.

Tra i titoli peggiori dell'indice pricipale c'è FIAT CHRYSLER (-3,1%), reduce da una multa da 105 milioni di dollari imposta dall'autorità di vigilanza Usa sulla sicurezza stradale a causa della gestione dei richiami di veicoli.

Resiste alle vendite LUXOTTICA in attesa oggi dei conti semestrali. Ieri il Corriere citava attese di ricavi in crescita del 20% e utile netto in aumento di oltre il 30% e metteva in luce che da inizio maggio Leonardo Del Vecchio ha investito circa 40 milioni in titoli della società.

Tiene anche PIRELLI.

In asta di volatilità SORIN con un calo del 12,46% a 2,432 euro dopo che ha reso noto che l'Avvocato dello Stato di Milano ha chiesto di fermare l'operazione di integrazione di Sorin e Cyberonics. Le due società hanno contestato la decisione e si opporranno "fermamente", dicono.

  Continua...