BORSA MILANO poco mossa in avvio, occhi su Grecia

giovedì 11 giugno 2015 09:31
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Piazza Affari poco mossa nelle prime battute in un mercato sempre attento all'evoluzione dei negoziati tra Grecia e creditori di cui però non si vedono ancora progressi concreti.

Nella giornata di incontri ieri a Bruxelles è stata ribadita la necessità di proseguire le trattative con grande intensità, mentre erano circolate indiscrezioni su una posizione più morbida della Germania, ipotesi poi ridimensionate.

Alle 9,25 l'indice FTSE Mib cede lo 0,04%, e l'Allshare lo 0,03%.

L'indice europeo FTSEurofirst avanza di un marginale 0,04%.

Francoforte e Parigi salgono dello 0,2% circa, piatte Londra e Madrid.

Sul listino milanese, tra bancari contrastati, MPS cede lo 0,9% circa mentre sono positivi BANCO POPOLARE e POP MILANO promossi da Hsbc rispettivamente a "buy" e a "hold". Spunti al rialzo nel risparmio gestito e lusso.

Prosegue il rimbalzo di SAIPEM (+1,5%) aiutato dal rialzo del rating a "buy" da "sell" da parte di Citigroup, sempre più ottimista sulle prospettive di profittabilità del core business del gruppo. La banca d'affari ha anche rivisto al rialzo il target price a 12,60 da 8 euro.

Sul fronte dei ribassi, TENARIS -1,9%, mentre BUZZI e FINMECCANICA cedono oltre un punto percentuale.

Tra gli altri temi di rilievo nelle prime battute di borsa, MAIRE TECNIMONT sale del 3% circa dopo l'annuncio sulla sigla di un contratto con EuroChem relativo a un nuovo impianto di ammoniaca in Russia dal valore complessivo di 660 milioni di euro.   Continua...