Usa, fiducia consumatori Michigan/TR in calo a maggio, timori su stipendi

venerdì 30 maggio 2014 16:18
 

NEW YORK, 30 maggio (Reuters) - La fiducia dei consumatori Usa è diminuita a maggio, condizionata da attese poco ottimistiche sulla crescita degli stipendi in un contesto per il resto positivo sulle aspettative dell'economia.

L'indice finale Thomson Reuters/University of Michigan di maggio mostra un calo a 81,9 da 84,1 del mese precedente. Il dato è inferiore alle attese degli economisti di 82,5, anche se c'è stata una lieve revisione al rialzo della lettura preliminare pubblicata il 16 maggio.

"Il rallentamento della fiducia dei consumatori si è arrestato nella seconda metà del mese", dice il responsabile del sondaggio Richard Curtin.

"Al momento l'economia è vista come sufficientemente forte di qui a un anno per dare le migliori prospettive dal punto di vista del lavro dal 2004", aggiunge. "La principale preoccupazione espressa dai consumatori riguarda le attese sulla crescita degli stipendi, che per circa metà delle famiglie potrebbe comportare un peggioramento delle entrate e degli standard di vita al netto dell'inflazione".

Circa il 56% degli interpellati ha riferito di un miglioramento dell'economia dal 49% di aprile.

L'indice sulle condizioni attuali dell'economia è sceso a 94,5 da 98,7 di aprile, sotto le attese di 95,8.

Quello sulle aspettative è sceso a 73,7 da 74,7 contro attese di 74,0.

Le attese sull'inflazione sono salite al 3,3% dal 3,2% del mese precedente.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia