Antitrust impone a Aspen Pharmacare prezzi mitigati per antitumorali al SSN

lunedì 17 ottobre 2016 15:43
 

ROMA, 17 ottobre (Reuters) - L'Antitrust ha multato per circa 5,2 milioni di euro il gruppo farmaceutico Sudafricano Aspen Pharmacare Holdings accusato di aver abusato della propria forza di mercato per imporre aumenti ingiustificati di alcuni farmaci venduti al servizio sanitario nazionale.

Lo si legge nel Bollettino dell'Autorità pubblicato oggi sul sito in cui si ricorda che l'Azienda, nel luglio del 2014, aveva aumentato i prezzi dei propri farmaci antitumorali con incrementi oscillanti fra il 257% e il 1.540%, a seconda del farmaco e della confezione.

L'Autorità spiega che il comportamento complessivamente adottato dal "gruppo multinazionale Aspen integra una fattispecie di abuso di sfruttamento e risulta suscettibile di causare un pregiudizio significativo al SSN, in termini di maggior spesa sostenuta per l'erogazione dei farmaci ai cittadini. Si evidenzia che l'imposizione dei prezzi iniqui - per farmaci antitumorali salvavita, insostituibili per le fasce più fragili della popolazione (anziani e bambini) - è stata realizzata per il tramite di una negoziazione aggressiva, che ha raggiunto l'apice nella minaccia credibile di interruzione della fornitura diretta dei farmaci al mercato italiano".

La società oltre al pagamento della sanzione dovrà "porre in essere ogni adempimento volto alla definizione di prezzi non iniqui con riferimento [ad alcune confezioni] dei farmaci Leukeran, Alkeran, Purinethol, Tioguanina e astenersi in futuro dal porre in essere comportamenti analoghi a quelli oggetto dell'infrazione accertata".

L'istruttoria era stata aperta nel novembre del 2014.

. Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia". Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia