15 ottobre 2016 / 14:27 / in un anno

Bpm, via libera soci a fusione con Banco Popolare, nasce terzo gruppo italiano

MILANO, 15 ottobre (Reuters) - L‘assemblea dei soci di Bpm ha approvato il progetto di fusione con Banco Popolare che porterà alla nascita del terzo gruppo bancario italiano dopo Intesa Sanpaolo e UniCredit.

Lo ha proclamato il presidente del consiglio di sorveglianza dell‘istituto milanese Nicola Rossi al termine dell‘assemblea durata circa 7 ore.

A favore della fusione hanno votato 7.314 soci (in proprio e per delega), i contrari sono stati 2.731. Per l‘approvazione della delibera, che prevede anche la contestuale trasformazione in Spa, serviva un quorum di almeno due terzi.

La fusione è stata anche approvata qualche ora fa dall‘assemblea dei soci del Banco Popolare a Verona.

Il progetto di integrazione tra i due istituti, la prima operazione di fusione bancaria in Europa dopo l‘avvio della Vigilanza Unica della Bce, prevede la costituzione di una nuova società bancaria in forma di Spa denominata Banco-BPM con sede legale a Milano e sede amministrativa a Verona.

(Andrea Mandalà)

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below