12 ottobre 2016 / 11:47 / un anno fa

Banda larga, Wind, Vodafone ed Enel contro Telecom al Tar a favore di bandi Infratel

di Stefano Rebaudo

MILANO, 12 ottobre (Reuters) - Enel Open Fiber (Eof), Wind e Vodafone Italia si sono costituite contro Telecom Italia, nel ricorso presentato al Tar del Lazio dall‘ex-incumbent, che potrebbe bloccare le gare per gli investimenti nella rete a banda larga della società pubblica Infratel.

Lo dicono due fonti vicine alla vicenda, mentre il sito del Tar del Lazio conferma che l‘udienza è stata fissata per la mattina del 19 ottobre e che si tratta di un “giudizio cautelare”, cioè di una richiesta di sospensiva.

La battaglia in corso da mesi vede schierati da una parte i soggetti favorevoli una rete a banda larga fissa neutrale, quindi non in mano a chi offre anche servizi. Questi sono Eof ed Infratel, che avrebbero la proprietà del network, oltre a Vodafone e Wind, i loro potenziali clienti.

Contrari a questo modello sono Telecom Italia e Fastweb che già possiedono reti proprie molto estese.

Il ricorso di Telecom chiede l‘annullamento della delibera AgCom dell‘aprile 2016 sulle “linee guida per le condizioni di accesso wholesale alle reti a banda larga destinatarie di contributi pubblici”. Si tratta della decisione che fissa le condizioni di prezzo, che secondo l‘ex-incumbent sarebbero penalizzanti, nell‘ambito del piano di investimenti per la banda larga di Infratel nelle aree a fallimento di mercato.

Il 17 ottobre è prevista la scadenza per per la presentazione delle offerte tecniche per il primo bando Infratel, che comporta investimenti per 1,4 miliardi di euro.

Ai bandi per realizzare i lavori Infratel si sono presentati, in fase di prequalifica, Telecom Italia, Fastweb, Enel Open Fiber e alcune associazioni di imprese, specializzate nelle opere legate alla costruzione della rete.

Fastweb e Telecom, i due gruppi verticalmente integrati, sperano alla fine in una modifica dei punteggi che attualmente concede un vantaggio ai concorrenti non verticalmente integrati.

Secondo il sito del Tar, oltre a Eof, Vodafone e Wind, si sono costitutiti anche Fastweb, gruppo Swisscom, che sul tema banda larga ha un accordo con Telecom Italia, e BT Italia.

Il 6 ottobre il Tar del Lazio ha respinto la richiesta di sospensiva dei bandi Infratel richiesta da Fastweb, fissando l‘udienza di merito il 14 dicembre.

Non è stato possibile avere un commento da Telecom Italia, Fastweb, Vodafone, Wind ed Enel.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below