Banche, Europa deve imparare lezione Giappone ed essere rapida - Enria

mercoledì 28 settembre 2016 18:44
 

LONDRA, 28 settembre (Reuters) - L'Europa deve fare propria la lezione del Giappone e affrontare il problema delle sue "banche zombie" il più rapidamente possibile senza essere indulgente sui requisiti patrimoniali.

Lo ha detto Andrea Enria, presidente dell'Eba, aggiungendo che alcune banche europee hanno le stesse caratteristiche di alcuni istituti giapponesi sottoperformanti del passato, come ad esempio l'eccesso di capacità e troppi crediti dubbi in portafoglio.

"Spero che non avremo in comune anche il tempo che è stato necessario per metterle a posto. Spero che saremo in grado di muoverci più in fretta", ha dichiarato Enria nel corso di un evento del Wall Street Journal.

Il presidente Eba ha sottolineato che il rapporto tra crediti dubbi e impieghi in Europa è in media pari a oltre il 5%, tre volte quello del Giappone o degli Usa. Ha poi aggiunto che l'aiuto di stato può essere uno degli ingredienti per fare pulizia nei bilanci ma soltanto dopo che gli investitori privati hanno pagato la loro parte.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

  Continua...