Ferrovie dello Stato, piano 2017-26 vede Ebitda a 4,6 mld al 2026

mercoledì 28 settembre 2016 10:58
 

ROMA, 28 settembre (Reuters) - Il gruppo Ferrovie dello Stato prevede di portare in 10 anni il margine operativo lordo a 4,6 miliardi nel piano decennale 2017-2026 presentato oggi a Roma, che punta a una crescita per il 70% fuori dell'attuale perimetro di business.

"Il nuovo Piano Industriale di Gruppo stima la crescita dei ricavi dai 9 miliardi previsti a fine 2016 fino ai 17,6 miliardi nel 2026 e un EBIDTA che in 10 anni punta a crescere da 2,3 a 4,6 miliardi", dice la nota delle Fs.

Gli investimenti previsti in Italia sono di 94 miliardi in dieci anni, con ricavi a fine piano previsti a 17,6 miliardi di euro.

"Sono 73 i miliardi di euro per le infrastrutture, 14 i miliardi per il materiale rotabile e 7 quelli previsti per lo sviluppo tecnologico. Più della metà delle risorse sono già disponibili, ben 58 miliardi, di cui 23 in autofinanziamento e 35 già stanziati nei Contratti di Programma", spiega la nota.

Importante anche l'impatto sull'occupazione, secondo le previsioni del piano presentato oggi alla stazione Tiburtina di Roma dalla presidente Gioia Ghezzi e dall'AD Renato Mazzoncini alla presenza del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio.

"Tra crescita, integrazioni e nuove acquisizioni, il numero di dipendenti del Gruppo FS Italiane potrà passare dai circa 69.000 attuali a circa 100.000".

Il piano rpevede una integrazione con Anas con l'obiettivo "in una prima fase" di sinergie per 400 milioni di risparmi, speiga la nota.

(Alberto Sisto)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama" Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia