BORSE EUROPA toccano massimi da 2 settimane dopo Fed ferma sui tassi

giovedì 22 settembre 2016 11:14
 

INDICI                           ORE 11,04   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                      3016,08     1,14     3267,52
 FTSEUROFIRST300                  1358,82     0,86     1437,53
 STOXX BANCHE                     142,18      -0,2     182,63
 STOXX OIL&GAS                    277,66      1,57     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI              238,94      0,8      285,56
 STOXX AUTO                       487,52      1,68     565,06
 STOXX TLC                        298,95      0,83     347,10
 STOXX TECH                       366,95      1,3      355,86
 
    
    LONDRA, 22 settembre (Reuters) - Le Borse europee sono salite ai massimi da
due settimane, in particolare grazie a un rally del comparto minerario, dopo che
la Federal Reserve Usa ha lasciato inalterati i tassi d'interesse e ha previsto
un numero possibile di rialzi nel 2017 e 2018 inferiore a quanto stimato in
precedenza.
    L'indice pan-europeo STOXX 600 index è in rialzo per la seconda
seduta consecutiva e segna +0,88% alle 11 circa, dopo aver toccato il livello
più alto delle ultime due settimane. In ogni caso, però, l'indice è ancora in
calo del 6% per quest'anno.
    "I mercati stanno ricevendo sostegno non solo dall'inazione della Fed ma
anche dai commenti relativamente 'da colomba' di Janet Yellen. Un aumento dei
tassi è probabile a dicembre, ma ora è chiaro che i tassi aumenteranno molto
gradualmente" dice Philippe Gijsels, capo della ricerca di BNP Paribas Fortis.
    "Ora che la Fed è fuori dai giochi almeno per un po', i mercati si
concentreranno su altre cose. Le elezioni presidenziali negli Usa sono solo una
di queste. La volatilità è probabilmente la sola certezza da qui alla fine
dell'anno". 
    ** I titoli minerari spingono il mercato europeo, mentre la decisione della
Fed ha spinto al ribasso il dollaro, e dunque le commodity oggi costano meno.
    ** L'indice STOXX Europe 600 Basic Resources index cresce di oltre
il 3,1%, ai massimi livelli da metà agosto. Le azioni di BHP Billiton,
Anglo American, Rio Tinto e Fresnillo crescono tra il
3% e il 4%.
    ** C'è domanda anche per i titoli energetici, dopo l'aumento dei prezzi del
petrolio. L'indice europeo oil and gas cresce dell'1,5%, grazie
all'aumento di BP, Royal Dutch Shell e Tullow Oil.
    ** Perde terreno invece la utility francese del nucleare EDF, -1%,
dopo aver annunciato il taglio delle attese di guadagni dovuto alla minore
produzione.
    ** Sale la portoghese Banco BPI, +3,4%, dopo che la spagnola
Caixabank ha lanciato un'offerta di acquisto aumentando anche
leggermente il prezzo. Caixabank è in calo del 2,5%.
    
 
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia