Rai, Usigrai chiede intervento Mef su contestazione Anac a nomine

giovedì 15 settembre 2016 19:06
 

ROMA, 15 settembre (Reuters) - L'Autorità di garanzia anticorruzione (Anac) ha accertato una violazione da parte del vertice Rai delle procedure in merito ad alcune assunzioni, e per questo l'azionista Tesoro deve intervenire.

Lo scrive in una nota l'Usigrai, il sindacato dell'emittente pubblica, che nei mesi scorsi, con il sostegno della Fnsi, ha inviato un esposto all'Anac e alla Corte dei Conti contro i vertici dell'azienda.

Tra le procedure contestate da Anac, ricorda Usigrai, "il mancato utilizzo, tranne in un caso, del job posting. O addirittura una assunzione effettuata in presenza di ipotesi di conflitto di interessi".

"Una situazione che mina la credibilità del Servizio Pubblico, sulla quale serve una urgente riflessione dell'azionista, ovvero il ministero dell'Economia, e della Commissione parlamentare di Vigilanza. Anche perché è di tutta evidenza che questi atti illegittimi saranno valutati dalla Corte dei Conti per verificare l'eventuale danno erariale e le conseguenti responsabilità, a partire dal Direttore generale e dal Consiglio di Amministrazione", conclude la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia