Banda larga, Ue studia nuove regole per limitare obblighi condivisione reti

mercoledì 7 settembre 2016 12:28
 

BRUXELLES, 7 settembre (Reuters) - L'Unione europea punta a incentivare la banda larga, allentando le regole che obbligano le società di telecomunicazione a mettere le loro reti a disposizione dei concorrenti.

Con le nuove disposizioni l'autorità, prima di obbligare le società a condividere la rete, dovrà tenere conto degli accordi commerciali esistenti, dice un documento visionato da Reuters.

I regolatori nazionali dovranno anche evitare che le loro decisioni rappresentino un freno agli investimenti, aggiunge.

I costi per portare la rete in fibra ottica con velocità fino a un Giga al secondo sono elevati.

Gli ex-incumbent, come Orange, Deutsche Telekom e Telecom Italia, hanno lamentato diverse volte che gli obblighi a condividere la rete non consentono di ottenere un rendimento soddisfacente dagli investimenti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia