Ue, per sviluppo Pmi servono anche investitori non solo prestiti -Mustier

sabato 3 settembre 2016 13:30
 

CERNOBBIO, 3 settembre (Reuters) - Le piccole e medie imprese non hanno bisogno soltanto di finanziamenti o prestiti ma anche di capitali quindi la Ue deve lavorare per favorire gli investimenti di soggetti come le compagnie assicurative o i fondi pensione.

Lo ha detto il Ceo di UniCredit Jean-Pierre Mustier a margine del Forum Ambrosetti di Cernobbio a proposito della proposta europea per la creazione di un'unione dei mercati dei capitali.

"Io penso che siamo molto importante che [il vice presidente della Ue Valdis] Dombrovskis abbia detto che si faccia tutto il possibile per lo sviluppo delle pmi in Europa. UniCredit è molto contenta di fare questo, di erogare prestiti alle pmi in Italia, Germania e Austria. Continueremo a farlo per restare vicini ai nostri clienti", ha detto Mustier.

"Penso dobbiamo discuterne ancora un po' perché quello che la Commissione sta facendo adesso, penso alla semplificazione dei prospetti, è importante ma penso sia ancora più importante lo sviluppo degli investimenti in equity e capitale in Europa per le pmi", ha aggiunto.

"Come banche siamo molto contenti di sostenere le pmi, in Italia, Germania, Austria, Polonia e Cee. Io penso che in aggiunta queste aziende abbiano bisogno di capitali. Per questo bisogna sviluppare di più la base di investitori: fondi pensione, compagnie assicurative, quindi cambiare le regole di Solvency II per esempio così l'impatto sul capitale è inferiore", ha concluso.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia