Eni, giacimento norvegese Goliat chiuso almeno fino a 5 settembre - portavoce

giovedì 1 settembre 2016 10:57
 

STAVANGER, Norvegia, 1 settembre (Reuters) - La produzione nel giacimento Goliat di Eni resterà ferma almeno fino al 5 settembre, ha detto un portavoce della società.

La produzione della piattaforma nel Mare di Barents è stata interrotta il 26 agosto a causa di un guasto elettrico.

L'elettricità è poi stata ripristinata ma il gruppo sta ancora indagando sull'incidente. Al più presto, la produzione riprenderà quando la compagnia petrolifera avrà presentato un rapporto alla Petroleum Safety Authority norvegese, ha detto il portavoce di Eni Andreas Wulff.

"La scandenza per presentare l'indagine è lunedì (5 settembre)", ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia