BORSE ASIA-PACIFICO in lieve rialzo, occhi su Fed, greggio giù

martedì 23 agosto 2016 08:47
 

INDICE                        ORE  8,35    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                        447,99     0,29       411,31
 TOKYO                         16.497,36    -0,61    19.033,71
 HONG KONG                     22.913,84    -0,37    21.914,40
 SINGAPORE                      2.838,33    -0,10     2.882,73
 TAIWAN                         9.030,93     0,55     8.114,26
 SEUL                           2.049,93     0,38     1.800,75
 SHANGHAI COMP                  3.081,64    -0,10     2.850,71
 SYDNEY                         5.553,80     0,70     5.295,86
 MUMBAI                        27.965,10    -0,07    26.117,54
 
    23 agosto (Reuters) - Le borse asiatiche sono in leggero rialzo nel
complesso oggi mentre il greggio scende per la seconda seduta consecutiva e gli
occhi sono puntati sulla Federal Reserve per capire se alzerà i tassi di
interesse Usa quest'anno.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,35 guadagna
lo 0,29% a 447,99 punti. Il benchmark giapponese Nikkei ha chiuso in
calo dello 0,61%.
    L'attenzione è tutta sulla riunione dei banchieri centrali che si apre
giovedì a Jackson Hole, Wyoming, dove la presidente della Fed Janet Yellen
interverrà venerdì. Gli investitori non sono convinti di un rialzo dei tassi Usa
a breve.
    Un sondaggio sull'attività manifatturiera in Giappone mostra segni di
stabilizzazione ad agosto con una produzione in rialzo per la prima volta da sei
mesi, ma l'impatto sul mercato azionario è stato limitato.
    ** SHANGHAI ha virato in negativo dopo un lieve rialzo guidato dai
titoli del settore sanitario.
    ** In calo HONG KONG. Prada lascia sul terreno quasi il
2,3%.
    ** Chiusura in territorio positivo per SYDNEY, dove il sentiment è
positivo grazie a risultati sopra le attese per alcune importanti società.
    ** Chiusura in rialzo per TAIWAN e SEUL.
    ** Leggermente negative invece MUMBAI e SINGAPORE.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia