BORSE ASIA-PACIFICO in rialzo nonostante deludenti dati cinesi

venerdì 12 agosto 2016 08:38
 

INDICE                      ORE  8,31    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                   448,85       0,19     411,31
 TOKYO                       16.919,92    1,10     19.033,71
 HONG KONG                   22.776,71    0,87     21.914,40
 SINGAPORE                   2.866,75     -0,11    2.882,73
 TAIWAN                      9.150,39     0,20     8.114,26
 SEUL                        2.050,46     0,08     1.800,75
 SHANGHAI COMP               3.039,20     1,22     2.850,71
 SYDNEY                      5.530,90     0,42     5.295,86
 MUMBAI                      28.076,93    0,78     26.117,54
 
    12 agosto (Reuters) - I mercati dell'area Asia-Pacifico sono
oggi in rialzo grazie ai risultati da record segnati da Wall
Street, che ha chiuso ai massimi dal 1999, e mentre gli
indicatori economici cinesi, pur deludendo le attese, non
intaccano sostanzialmente i guadagni.
    Intanto, sono risaliti in nottata i prezzi del petrolio,
dopo che un ministro saudita ha accennato alla possibilità di
un'azione per stabilizzare i prezzi, con il Brent che
guadagna lo 0,48% a 46,24 dollari al barile. Per la settimana,
il rialzo si annuncia superiore al 4,6%.
    Alle 8,30 circa l'indice MSCI, che esclude
il Giappone, guadagna lo 0,19%. La borsa di Tokyo ha
chiuso in rialzo dell'1,1%.
    A luglio la produzione industriale cinese ha segnato un
rallentamento, riportando un risultato peggiore delle attese.
Sono andate peggio anche le vendite al dettaglio.
    "I mercati dell'Asia-Pacifico si apprestano a finire la
settimana in rialzo grazie ai forti guadagni degli investitori
europei e Usa", scrive in una nota Michael McCarthy, chief
market strategist di CMC Markets.
    "Le commodity industriali sono in aumento, spinte dal
petrolio, e gli scambi notturni hanno mostrato inclinazione al
rischio nonostante la mancanza di un chiaro catalizzatore. I
dati importanti dalla Cina potrebbero cambiare il corso della
giornata di contrattazioni".
    SHANGHAI guadagna lo 0,9%, grazie al comparto
finanziario e a quello immobiliare, mentre si scommette su un
nuovo intervento di quantitative easing da parte delle autorità
cinesi per aiutare l'economia. HONG KONG segna un aumento
dello 0,8% (PRADA in linea, +0,88%). 
    TAIWAN ha chiuso in rialzo dello 0,2% grazie a Wall
Street. Anche SIDNEY guadagna (+0,4%) grazie al rialzo
del petrolio che spinge i comparti dell'energia e delle
commodity, anche se il risultato finale è offuscato dai timori
per lo stato dell'economia cinese.
    SINGAPORE perde lo 0,1% trascinata al ribasso dal
settore finanziario e da quello delle telecom, mentre SEUL
 è piatta, pur dopo aver toccato in seduta i massimi da
10 mesi.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top
news anche su www.twitter.com/reuters_italia