BORSA TOKYO chiude in lieve calo su rafforzamento yen

mercoledì 10 agosto 2016 08:18
 

10 agosto (Reuters) - L'azionario giapponese chiude con il segno meno, dopo il massimo da due settimane toccato ieri, sullo yen che si rafforza verso il dollaro dopo dati Usa sotto le attese e le prese di profitto degli investitori in vista della festività nazionale di domani.

L'indice Nikkei ha chiuso a -0,18% a 16.735,12 punti, il Topix è sceso dello 0,2% a 1.314,83.

Il biglietto verde ha perso terreno contro lo yen ieri dopo i deboli dati sulla produttività non agricola nel secondo trimestre, a suggerire che l'economia Usa potrebbe non crescere così rapidamente come si pensava, portando gli investitori a tagliare le attese di inflazione a lungo termine e le scommesse che la Fed alzi i tassi a fine anno.

"Tutto è legato ai differenziali sui tassi, e alle attese", commenta Gavin Parry, managing director presso Parry International Trading a Hong Kong.

Qualche segnale positivo per l'economia giapponese arriva dai dati macro diffusi prima dell'apertura del mercato. In giugno, gli ordini di macchinari sono saliti più delle attese, un segnale che le imprese stanno gradualmente migliorando la loro propensione agli investimenti in capitale.

A sostenere una attitudine positiva anche la speranza che la Banca centrale aumenti gli acquisti di Exchange traded fund.

Male Bridgestone, che lascia sul terreno il 7% circa dopo aver tagliato le previsioni annuali di utile netto consolidato del 16,8% e operativo del 12,9%, e Japan Display che chiude in calo del 5,75% dopo aver registrato una più ampia perdita netta trimestrale. Anche Shiseido perde il 7,5% dopo aver tagliato le stime di crescita per l'esercizio.

In controtendenza la società che produce giocattoli Tomy che svetta di circa il 9% per avere ridotto le perdite e migliorato le stime sull'utile.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia