BORSA TOKYO chiude in rialzo, brilla Brother, yen abbatte farmaceutici

martedì 9 agosto 2016 08:17
 

9 agosto (Reuters) - L'azionario giapponese chiude in discreto rialzo, toccando brevemente i massimi delle ultime due settimane a inizio seduta, in una sorta di effetto trascinamento dal +2,4% di ieri.

L'indice Nikkei ha chiuso a +0,69% a 16.764,97 punti, il Topix è salito dello 0,92% a 1.317,49.

"E' un mix tra prese di profitto e cautela a porre un tetto al mercato", commenta Soichiro Monji, chief strategist presso Daiwa SB Investments.

"La possibilità che Banca del Giappone debba rivedere la politica monetaria, non per accelerarla ma piuttosto il contrario, sta raffreddando il mercato".

Il mese prossimo la banca centrale potrebbe rivedere l'orientamento monetario ultra-espansivo che sembra non aver dato grandi risultati per risollevare l'inflazione.

In evidenza Brother Industries che sale di circa il 20% dopo aver rivisto le proprie stime di crescita per l'anno fino a marzo 2017 alzandole a 33,5 miliardi di yen (327 miolioni di dollari) dalla precedente stima di 31,5 miliardi.

Al contrario, Mitsubishi Materials Corporations perde intorno al 5% per aver peggiorato le stime sugli utili operativi di esercizio a 65 da da 68 miliardi, dopo l'apprezzamento del cambio.

La forza della valuta pesa anche sui titoli farmaceutici come Sawai Pharmaceutical (-8,65%), Nichi-Iko Pharmaceutical (-7%) e Towa Pharmaceutical in picchiata a -17%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia