BORSE ASIA-PACIFICO a massimi da un anno su ottimismo dopo dati Usa

lunedì 8 agosto 2016 08:54
 

INDICE                        ORE  8,45    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                     443,64       0,85     411,31
 TOKYO                         16.650,57    2,44     19.033,71
 HONG KONG                     22.408,84    1,19     21.914,40
 SINGAPORE                     2.872,14     1,55     2.882,73
 TAIWAN                        9.150,26     0,64     8.114,26
 SEUL                          2.031,12     0,65     1.800,75
 SHANGHAI COMP                 2.995,27     0,62     2.850,71
 SYDNEY                        5.537,80     0,73     5.295,86
 MUMBAI                        28.152,97    0,27     26.117,54
                                                     
                                                     
                                                     
    8 agosto (Reuters) - Azionario asiatico ai massimi da un
anno nella prima seduta della settimana dopo che i dati sugli
occupati Usa di luglio, superiori alle attese, hanno aumentato
le speranze degli investitori sull'uscita dell'economia di
Washington da una fase di volatilità, mentre un rialzo dei tassi
da parte della Fed non è considerato imminente. 
    "Il sentimenti tra gli investitori sui mercati emergenti è
quello di mettere fieno in cascina ora che il momento è
favorevole anche se questa accelerazione potrebbe essere
pericolosa", commenta Cliff Tan, East Asian head of global
markets research presso Bank of Tokyo- Mitsubishi UFJ a Hong
Kong.
    L'indice MSCI sale dell'8,45% mentre Tokyo
 ha chiuso a +2,44%.
    A luglio i nuovi posti di lavoro Usa sono stati 255.000 a
fronte dei 180.000 attesi e quelli di giugno sono stati rivisti
al rialzo 292.000 da 287.000. 
    I mercati cinesi sono in rialzo nonostante in luglio siano
calati oltre le attese sia l'export (-4,4% su mese) sia l'import
cinese (-12,5% su mese), sottolineando come la domanda
internazionale rimanga debole nella fase iniziale del terzo
trimestre.
    SHANGAI sale di mezzo punto circa mentre HONK KONG
 guadagna oltre l'1%. Vanke  è ben
comprata sia a Shenzhen che ad Hong Kong, con un incremento del
17% nelle ultime due sedute, dopo che China Evergrande Group
 ha annunciato di aver rilevato quasi il 5% della
società. PRADA sale dello 0,6%. Brillano i titoli
delle miniere a carbone su indiscrezioni di aiuti di stato per
il settore.
    SIDNEY ha chiuso a +0,70% con i titoli bancari,
minerari ed energetici a spingere il listino. 
    SINGAPORE guadagna circa l'1,5% sulla scia dei titoli
finanziari Oversea-Chinese Banking e DBS,
che salgono rispettivamente del 2,2% e di circa l'1,7%.
    SEUL sale di 0,65% circa così come TAIWAN. 
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia